E-learning: come sfruttarlo per la crescita della tua azienda

Categoria: Tech
Fabio Andruccioli
head of marketing
24 Marzo 2020

Viviamo in un mondo in continua evoluzione”. Questa frase non è mai stata così vera come in questa era “digitale”. Praticamente ogni mese nuove tecnologie soppiantano quelle a cui siamo abituati, i gusti dei clienti cambiano come le mode e rimanere competitivi sul mercato non è facile. Per essere competitivi, perciò, è necessario che tutto il team aziendale sia sempre quanto più aggiornato e preparato sulle nuove tecnologie e sui nuovi strumenti che il web mette a disposizione.

e-Learning: che cos’è?

L’apprendimento online o e-Learning (in inglese) è una modalità di formazione a distanza che, grazie all’uso delle tecnologie multimediali e di Internet, consente di tenere distinti i ruoli di chi fornisce un contenuto o un prodotto da chi lo fruisce; facilitando così l’accesso alle risorse e ai servizi, ma anche gli scambi di informazioni in remoto la collaborazione a distanza. Attraverso la teledidattica si semplifica la formazione continua in azienda, specialmente per le organizzazioni con diverse sedi.

Vantaggi

Il mercato dell’apprendimento online è in continua crescita e nei prossimi anni lo sarà sempre di più.

Fonte: TMR Analys

Vediamo insieme perché sempre più aziende decidono di investire sull’e-Learning. Quali vantaggi ne traggono?

Flessibilità:

il personale deve poter accedere a una lezione online in qualsiasi momento e da qualsiasi piattaforma, a seconda del tempo che ha a disposizione o della sua personale storia professionale.

Per questo motivo sono nati metodi di apprendimento come:

  • Video Learning: apprendimento tramite video-lezioni realizzate e registrate dai docenti e dagli insegnanti.

  • Mobile Learning: nell’era del mobile-first, è fondamentale permettere ai dipendenti di ascoltare o visualizzare le lezioni anche su smartphone o tablet, ottimizzando modalità di fruizione e i tempi della didattica.

Interattività:

la possibilità di inserire filmati, animazioni ed altre risorse interattive fa crescere in modo esponenziale l’attenzione di chi apprende, rendendo più potente ed efficace l’insegnamento; attraverso:

  • Gamification learning: gioco, premi e obiettivi da raggiungere. Sono strumenti che riescono a coinvolgere molto di più gli “studenti” e a rendere più semplice per loro l’apprendimento, stimolando l’interazione.

  • Social Learning: una didattica inclusiva e interattiva, dove tutti gli studenti sono chiamati a partecipare attivamente alla lezione. Un metodo che aiuta molto a sviluppare le capacità di team working e rafforza le dinamiche di gruppo.

Modularità:

delle singole lezioni che compongono tutto il corso, in modo che il dipendente/studente possa usufruirne in base alle sue specifiche esigenze, anche saltando alcune sezioni se ritiene opportuno farlo.

Un esempio di questo tipo è rappresentato dal Micro Learning o apprendimento in pillole: un metodo di formazione volto a distribuire il contenuto formativo in sequenze ridotte, di una durata massima di 5 minuti, che permette ai tuoi dipendenti la massima libertà e flessibilità.

Monitoraggio:

i corsi online ti permettono di monitorare l’intero processo di apprendimento e effettuare delle modifiche di programma in corso d’opera qualora fosse necessario.

Fonte: Class Central

Personalizzazione:

perché limitarsi a dei corsi di formazione tradizionali e uguali per tutti, quando oggi, grazie alle tecnologie a disposizione, è possibile pensare percorsi formativi mirati per ogni team o reparto o, addirittura, ogni singola figura dell’organizzazione?

Costi:

con una didattica online si riescono a contenere le spese sostenute dalle aziende per lo spostamento di docenti e dipendenti, costretti spesso a seguire un corso di formazione lontano dalla sede principale dell’attività. Si abbattono, in questo modo, anche le distanze, e si crea un ambiente di lavoro tecnologico e “interattivo”.

A cosa prestare attenzione

Come abbiamo detto prima il mercato è in continuo cambiamento perciò non bisogna pensare che una volta creato un percorso e-learning, questo vada bene per sempre.

Ma non preoccuparti, ci sono dei segnali che ti indicheranno quando pensare ad un nuovo percorso, eccone alcuni:

I dipendenti non si sentono coinvolti o stimolati nella formazione

Il basso coinvolgimento degli studenti è praticamente la peggiore notizia che puoi ottenere:

I tuoi dipendenti seguono il corso in maniera sbrigativa? O devi sempre inviare loro dei promemoria per ricordargli di accedere?

In questi casi i tuoi dipendenti ritengono forse di avere “cose ​​migliori da fare con il loro tempo” e non sono coinvolti con il contenuto. Questo significa che molto probabilmente non capiranno a pieno i contenuti delle lezioni e che tanto meno li ricorderanno a lungo.

È in questi casi che è necessario intervenire per rivedere i piani formativi pensati e per comprendere meglio anche le esigenze e gli interessi dei dipendenti.

Le prestazioni del team non ti soddisfano

C’è un miglioramento delle prestazioni lavorative dei tuoi dipendenti?

Misurare il tasso di miglioramento dopo aver svolto i corsi online è fondamentale per valutarne l’efficacia. Se i risultati non sono soddisfacenti è tempo di aggiornare i contenuti e-learning in modo che il personale possa migliorare le proprie conoscenze.

Il tuo settore e la tua azienda stanno cambiando

Al giorno d’oggi, la maggior parte delle industrie è in una continua “corsa alla tecnologia”.

Ad esempio, la realtà virtuale sta inondando l’assistenza sanitaria e l’automazione sta trasformando la produzione. La sopravvivenza delle singole aziende dipende anche da quanto saranno in grado di adottare queste nuove tecnologie.

Sei in un settore tecnologicamente avanzato? Se la risposta è sì saprai già che i tuoi corsi di formazione rimangono efficaci solo per poco tempo e che necessitano di aggiornamenti continui. La maggior parte delle informazioni che includi nella formazione dei dipendenti diventa insufficiente o obsoleta entro pochi mesi.

O ancora, la tua attività è in costante crescita? O forse stai introducendo sul mercato nuovi prodotti o servizi?

Ovunque sia diretta la tua azienda, il team e le competenze del team sono ciò che influirà maggiormente sul successo o l’insuccesso. Per raggiungere i tuoi obiettivi aziendali, avrai bisogno di un team sempre aggiornato e preparato su strumenti e strategie per raggiungere l’obiettivo.

Creare un percorso e-Learning efficace per il tuo team

Ora che abbiamo visto perché sviluppare un percorso di e-Learning e quali sono i segnali da tenere sott’occhio, vediamo come realizzare un percorso efficace per i tuoi dipendenti:

  1. Fissa il tuo obiettivo
    Esamina i risultati della tua azienda come vendite, qualità ed efficienza per capire cosa si può migliorare. Ad esempio, se le scarse vendite avranno un impatto negativo sui ricavi dell’azienda, allora l’obiettivo della formazione potrà essere do aumentare le capacità di vendita del reparto vendite.Analizza sempre i punti di forza e debolezza della tua azienda e del tuo team per creare un percorso di formazione su misura.
  2. Metti i tuoi dipendenti a loro agio
    Una volta che hai bene in mente quali sono i tuoi obiettivi e come intendi raggiungerli pensa che i tuoi dipendenti apprenderanno meglio se si sentiranno a loro agio e stimolati nella formazione.Fai in modo che la formazione venga considerato per ciò che è davvero: un momento fondamentale e necessario per l’azienda, per poter crescere e per acquisire nuove competenze. È importantissimo che i dipendenti non percepiscano erroneamente la formazione come del tempo tolto al lavoro.
  3. Cattura il tuo “pubblico”, stimola il coinvolgimento
    I corsi di formazione riguardano spesso la teoria e non offrono opportunità per la pratica nel mondo reale. La soluzione? Pensa a scenari che riflettano situazioni che il tuo team incontra quotidianamente. Queste attività di formazione aiutano anche i dipendenti a testare le proprie capacità e ottenere un feedback immediato.Ricordati che chiedere ai dipendenti quali sono le loro necessità è sempre un’ottimo modo per catturare la loro attenzione e farli impegnare di più nella formazione.
  4. Sperimenta le nuove possibilità
    Conosci i tuoi dipendenti: viaggiano molto? Quanto sono a loro agio con la tecnologia? Quale media troverebbero più stimolante come mezzo di apprendimento?Il mondo dell’e-Learning è in continuo cambiamento ed evoluzione per adattarsi alle necessità del mercato e alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie.Valuta la possibilità di trasformare tipi di contenuti di lunga durata in brevi video o infografiche. I dipendenti possono utilizzare queste risorse di microlearning sia come strumenti di formazione just-in-time sia come strumenti di aggiornamento delle conoscenze in qualsiasi momento.
  5. Misura il tuo successo
    Anche questo passaggio riguarda la formazione, ma non per i dipendenti, per te!Giunto a questo punto forse ti sarai già fatto un’idea dell’impostazione che avrà il tuo programma di apprendimento online. Visto che la perfezione non esiste dovrai fare molte prove per poi analizzare i risultati: fai dei test, vedi quanti dipendenti hanno partecipato alla formazione, quali sono stati i loro punteggi e quanto velocemente hanno completato la loro formazione. Questo ti dirà se la formazione è stata abbastanza coinvolgente da mantenere concentrati e interessati i dipendenti e se i test, se previsti, sono stati impostati al giusto livello di difficoltà.Infine, chiedi ai manager se vedono un miglioramento delle prestazioni dei loro team al termine del training e quali sono le loro opinioni sul percorso che hai realizzato.

    Il tuo percorso di formazione parte da qui! Se sei interessato a studiare insieme un piano formativo di e-learning personalizzato per la tua azienda, contattaci!