Gestione SEO dei prodotti out of stock nel tuo e-commerce (Webinar)

Categoria: Digital Marketing
Fabio Andruccioli
head of marketing
4 Giugno 2020

Abbiamo da poco inaugurato una serie di video dedicati a pillole di digital marketing sul nostro canale YouTube e sulla nostra pagina Facebook.

Il primo è dedicato alla “Gestione SEO dei prodotti out of stock nel tuo e-commerce“, di cui riportiamo la trascrizione e le informazioni principali. Potete quindi ascoltarlo online o leggere la spiegazione in questo articolo.

Cosa significa per i tuoi clienti

Trovare un prodotto che si sta cercando non disponibile porta a due scenari principali.

  • Il primo caso è quello che si dovrebbe sempre evitare, cioè l’utente decida di lasciare il sito per andare a ricercare il prodotto in un altro e-commerce o, se non sufficientemente motivato, abbandonare l’intenzione d’acquisto;
  • Il secondo caso è quello che ci porta a convincere l’utente ad acquistare un altro prodotto con caratteristiche simili o dello stesso brand o di attendere che torni disponibile.

Il secondo caso è quello a cui ogni e-commerce manager dovrebbe tendere. Ma ci sono diversi fattori ad entrare in gioco e la strategia da adottare è molto differente se si parla di un prodotto out of stock temporaneo o permanente.

Con out of stock “permanente” si intende che il prodotto non tornerà mai disponibile perché fuori produzione, non più commercializzato, invece in caso di out of stock “provvisorio”, il prodotto non è al momento disponibile ma tornerà acquistabile in futuro.

Vanno quindi affrontati in modo molto differente.

Out of stock permanente: la soluzione SEO oriented

Quando il prodotto non è disponibile permanentemente, punteremo a una soluzione più SEO oriented, che ci permetta di mantenere il posizionamento sui motori di ricerca.

Infatti quando un prodotto non è più disponibile perché fuori produzione o non più commercializzato è consigliato procedere con un redirect 301 (redirezione permanente), per mantenere il ranking ottenuto dalla pagina dell’e-commerce.

Una delle domande più frequenti in questi casi è quindi: dove redirigere la pagina?

Esistono due possibilità di intervento:

  • se è presente un prodotto del tutto simile o una versione più aggiornata, redirigere verso la pagina del nuovo prodotto;
  • se non è presente, redirigere verso la categoria di appartenenza.

Questo per una migliore usabilità del cliente ma anche per mantenere tutti gli aspetti semantici, il valore dei link in entrata e tutti i fattori che hanno portato la precedente pagina a ben posizionarsi (speriamo) sui motori di ricerca.

Out of stock temporaneo: la soluzione user oriented

Ci possono essere svariate ragioni per cui un prodotto può essere momentaneamente fuori catalogo:

  • prodotto stagionale;
  • prodotto con disponibilità discontinua;
  • prodotto per il quale non si hanno date certe di consegna.

Si possono pensare diverse strategie, ma sicuramente è importante anche quello che non si deve fare assolutamente:

  • Errore 404: una volta riscontrata una pagina non presente, i motori di ricerca possono metterci diverso tempo per riassegnarle un valore una volta ripubblicata. Potrebbe tornare posizionata quando il prodotto sarà tornato non disponibile (di nuovo);
  • Redirect 301 (permanente): si ottiene lo stesso risultato di un errore 404. Il tempo di reindicizzazione e, in questo caso, di riassegnazione del ranking non è immediato;
  • Redirect 302 (temporaneo): la vecchia pagina non viene rimossa dall’indicizzazione, ma l’utente viene direzionato su una pagina che non è quella cercata;
  • ItemAvailability Schema: sicuramente è il metodo più onesto nei confronti dell’utente, ma può scoraggiarlo nel visitare il nostro sito web.

Infatti, come già accennato, per i prodotti temporaneamente non disponibili è importante implementare una strategia user oriented e lavorare sull’esperienza di navigazione e sulla User Experience (UX), per fare in modo che l’utente trovi un’alternativa coerente con la sua ricerca e/o abbia modo di ricevere notizie e comunicazioni sulla disponibilità del prodotto.

Alcuni esempi

Navigazione del sito

Un’altra attività importante da tenere in considerazione è quella di gestire la navigazione del sito, del menu principale e della ricerca, in modo da dare la migliore esperienza possibile ai propri utenti.

Soprattutto quando si tratta di prodotti stagionali, è importante che la navigazione venga modificata per venire incontro alle esigenze di disponibilità (ad esempio, un prodotto invernale può essere rimosso dalla navigazione in estate e viceversa).

Importante è anche intervenire sul motore di ricerca interno con delle accortezze:

  • inserire la possibilità di filtrare i prodotti non disponibili durante la ricerca;
  • togliere priorità ai prodotti out-of-stock nell’elenco dei risultati, in modo che vengano visualizzati per ultimi.

Fonti:

  • https://searchengineland.com/learn-how-to-manage-product-unavailability-without-hurting-your-seo-311447
  • https://moz.com/blog/how-to-handle-temporarily-out-of-stock-product-pages
  • https://ahrefs.com/blog/ecommerce-out-of-stock-products/
  • https://schema.org/ItemAvailability
altri articoli